Tag Archives: the minnesota club

Eminente autore di versi liberi scrive a sua moglie

Le case della zona Ovest della città in seguito all’inondazione del 1916  (Minnesota Historical Society)

St. Paul, Minnesota

Giugno 19, 1916

Eminente autore di versi liberi arriva in città.
Dettagli sull’accoglienza.

St. Paul, Minnesota, Luglio 19, 1916. Il drammaturgo e avvocato Wallace Stevens è arrivato alla Union Station alle 10.30 di questa mattina. Alcuni dei trenta rappresentati della stampa non erano presenti ad accoglierlo. Egli ha proseguito a piedi verso l’Hotel St. Paul, dove non avevano una stanza per lui. A quel punto, portando un ombrello e due borse dall’aspetto misterioso, ha proseguito verso il Club Minnesota, a 4th & Washington-Streets, a St.Paul, dove si tratterrà durante il suo soggiorno a St.Paul. Al Club, il Sig. Stevens si è fatto una doccia inondando non solo il pavimento del bagno, ma anche quello della camera da letto. Egli ha usato tutti gli asciugamani per sistemare il pasticcio ed è stato obbligato ad asciugarsi con una salvietta. Dal Club il Sig.Stevens si è recato in centro per affari. Quando gli è stato richiesto se St.Paul gli fosse piaciuta, il Sig.Stevens, prendendosi un sigaro, ha detto: “Mi piace.”

Wallace Stevens a Elsie

p.s.: la discrepanza nelle date giugno/luglio potrebbe attribuirsi all’eccitazione di Stevens. Egli arrivò a Saint Paul prima del 23 giugno, quando scrisse lettere a entrambe, Harriet Monroe e a sua moglie, dal Club Minnesota. La busta in cui questa lettera è stata trovata ha il francobollo con il timbro del 19 giugno. E in una lettera a sua moglie del 27 giugno 1916 egli dice: “Mi aspetto di lasciare questo posto domani a tarda notte”.

.-.-.-.-.

Immagino che il viaggio dell’avvocato Wallace Stevens a Saint Paul nel 1916, per conto delle assicurazioni, avesse in qualche modo a che fare con l’inondazione della zona Ovest della città.
Se, con questo resoconto alla moglie, Stevens avesse scherzosamente inteso attribuirsi la causa dell’inondazione, la lettera avrebbe una maggiore portata (visto che di acqua si scrive) esilarante.