Tag Archives: bruce davidson

Cantico

Dammi la mano, uniamoci.

Che le mie radici scavino la tua terra profonda
Che esauriscano la sete del mio fogliame
Ti cullerò nell’arco dei miei rami
Il vento è dolce, quando freme ai fili di luce
Che il sole semina.

Dammi la mano, uniamoci.

Che la febbre delle mie vene, il fuoco del mio sguardo
Trovino pace nelle tue braccia,
La tua mano è la culla di ogni vita
Il tuo seno il calice di ogni nascita.

Dammi la mano, uniamoci.

Lungi dal tuo respiro, sono albero sradicato che il sole divora
Mi disseto alla magnificenza dei tuoi seni.
Non me ne sazierò mai.
La mia presenza, nel bagliore del tuo sguardo la scopro.
Senza presenza, temo la vita: è il tuo seno che mi dà rifugio
Mi rigenero all’ombra della tua misericordia. Mi aggrappo ad essa disperatamente.
Non appartengo a nessuna terra. Tutte le mie strade conducono al tuo seno.
Se mi rivolto, la rivolta mi riporta a te.

Tu sei il tempo che placa il mio smarrimento
Tu sei il tempo che ritma l’armonia della Creazione.

Dammi la mano, uniamoci.

Senza te, erro nel caos
Guerreggio contro cielo e terra
Il mio ardore mi conduce verso battaglie già perse in partenza.

è il tuo seno, dove riposa la mia pace
è il tuo seno, che guarisce le mie ferite
è il tuo seno, ove ritrovo il mio respiro
è sul tuo seno che abbasso la fronte
è sul tuo seno che il mio corpo freme e si compie
è sul tuo seno che si merita il perdono.

Tu sei sempre là ad attendermi
Vengo nell’ora della debolezza.

So che mi libererai dell’armatura
Che resterò indifeso di fronte alle minacce del mondo ostile
Ma le tue braccia mi proteggono e mi proteggeranno sempre,
Finché il mio essere si esalterà in te.

L’armatura deposta ai tuoi piedi, me ne copro di nuovo,
Mi slancio ove mi portano i venti
Tra tutte le mie lotte, la più dura
è contro la tua immagine
Più delle altre è senza speranza
E verso te torno sempre
Per aprire la porta della mia nascita.

Dammi la mano, uniamoci.

Tu sei il tempio della mia preghiera
Tu sei il tempio della mia pace.

Cantico di Farba, in Pianeta n.29 diretta da Louis Pawles

Fotografia di Bruce Davidson