Tag Archives: annalisa prisco

saluti all’avvocato


maniera nera di Annalisa Prisco

 

So che sulla terra esistono esseri davanti ai quali m’inchino spontaneamente, ma essi non sono purtroppo quelli a cui bisogna ricorrere per mangiare. Questi qui sono in genere molto più pretenziosi ed esigono da coloro che dipendono da loro una sottomissione rispettosa, che il ridicolo ha definitivamente scacciato da me, e reso impossibile.
È per questo che percorro e percorrerò ancora il mondo, in occupazioni fantasiose, è per questo anche che molti altri che hanno visto si uniranno a noi. È per questo che il reggimento dei perduti e degli ‘erranti’ verrà rinforzato da numerose unità, transfert totale della disillusione, àncora dell’amor proprio, baluardo contro la servitù che avvilisce e degrada, ma contro cui nessuno protesta, poiché essa ha solo la nostra mente come spettatore.

da Le onde, Louis-Ferdinand Céline, Via del Vento Edizioni, trad.di Anna Rizzello

l’apparizione


maniera nera di annalisa prisco

 

quando al tuo sprezzo, assassina, la vita
lascerò, e ti crederai in libertà
da ogni mia urgenza, al tuo letto verrà
il mio fantasma e, vestale mentita,
tra braccia peggiori ti scoprirà.
la candela malata tremerà
e lui che ti avrà avuta, stanco ormai,
che tu abbia ancora voglia penserà
se, agitandoti, lo pizzicherai,
e in finto sonno a te si negherà.
tremante, misera, starai così
fantasma più di me, abbandonata,
e di sudore glaciale bagnata.
quello che ti dirò non dico qui,
ché può salvarti; finito il mio amore,
preferirei pentimento e dolore
che, alle mie minacce, altro pudore.

da canzoni e sonetti, john donne, trad.di patrizia valduga