Sotto il doppiomento di Carlo Emilio Gadda

foto di Thomas Mann

L’idea di una filosofia per immagini, che Benjamin sembra talvolta evocare, non è una metafora, ma va presa alla lettera. L’immagine di pensiero come l’allegoria rinascimentale, è un mistero, in cui ciò che non può essere esposto discorsivamente per un attimo brilla attraverso le rovine del linguaggio.

da La ragazza indicibile. Mito e mistero di Kore, Giorgio Agamben, Monica Ferrando, Electa

foto di Sandor Balinth

mila liddell

foto di Lewis Carrol

mila e giorgio a cluj

foto di Sandor Balinth

Il rapporto con le immagini della fanciullezza non cerca la preservazione dell’autentico, né si profonda inseguendo una carezzevole regressione: la mediazione letteraria garantisce da questa deriva, e il rapporto è istituito tra le immagini “letterarie” di cui s’è nutrita la fantasia e il riscontro attuale di quelle immagini, il loro ritorno in un altro tempo, il loro riconoscimento nel tessuto della scrittura: il ritmo di ripetizione e differenza riappare nella scrittura, e la stessa “letterarietà” non è che il godimento per questo ritrovamento, al di là dunque di ogni piacere della costruzione retorica.

da Il pensiero poetante. Saggio su Leopardi, Antonio Prete, Feltrinelli

foto di Pierre Bonnard

Dopotutto, un commentatore è capace di umiltà. Può desiderare di sparire dietro a ciò che rivela. Vorrebbe essere un lettore assente dalla sua lettura, una presenza particolarmente poco visibile, la più modesta e la più ridotta che possa esservi, al punto di diventare, non l’occhio estraneo che giudica, misura, definisce e sopprime ciò che vede, ma la cosa stessa arricchita di uno sguardo.
Sfortunatamente, questa è la sua colpa.

da L’esperienza di separazione in Lautréamont e Sade, Maurice Blanchot, SE Studio Editoriale, trad.di Vincenzo Del Ninno

foto di Thurston Moore

foto di Pierre Bonnard

Bologna, 1810

surf con alfa e beta

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

sotto il doppio mento di Carlo Emilio Gadda