L’idea stessa di stare insieme ci peserà; la detesteremo al punto di morirne e di aver voglia di morderci gli uni con gli altri, di batterci. Non riusciremo a controllare la nostra aggressività, questa pulsione ripugnante che è in noi, questo ripugnante istinto animale che intima di nuocere al nostro prossimo, di sconfiggerlo. Essere imprigionati notte e giorno sotto questa volta sigillata ci farà perdere ogni briciolo di fraternità, ogni forma di eleganza.

da Angeli minori, Antoine Volodine, L’Orma Editore, trad. di Albino Crovetto

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>