nel mio mestiere o nell’arte ostinata

walker evans subway lovers

Nel mio mestiere o nell’arte ostinata
Che nella silenziosa notte si esercita
Quando solo la luna effonde rabbia
E giacciono gli amanti coricati
Portando ogni dolore nelle braccia,
Ad una luce che canta fatico
Non certo per ambizione o pane
Né per superbo incedere o commercio
D’incanti su palcoscenici d’avorio
Del loro più segreto cuore.

Non è per l’orgoglioso appartato
Dall’infuriata luna che io scrivo
Su queste pagine schiumose
Né per i torreggianti morti
Con i loro usignoli e i loro salmi
Ma per gli amanti, con le loro braccia
Recingendo i dolori delle età,
Che non porgono lodi o compensi
E non si curano del mio mestiere od arte.

da Poesie, Dylan Thomas, Guanda, trad.di Roberto Sanesi
Quando solo la luna effonde rabbia

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>