la presenza di questo singolo, consapevole rappresentante della specie umana

gatto allo specchio

La presenza di questo singolo, consapevole rappresentante della specie umana che ormai si dissipa “in tanti popoli quanti saranno gli uomini”, è segno dell’ineludibile consapevolezza dell’ “arcano mirabile e spaventoso dell’esistenza universale”, enigma che non allude mai a nulla, assoluta mancanza di senso che trascende i principi della ragione umana.
Muovendo dalla vivente contraddizione di un’esistenza individuale che ricerca unicamente la felicità e per sua stessa natura non può raggiungerla, Leopardi delinea strategie e atteggiamenti diversi, possibilità di vita che interrogano il rapporto con la scrittura oscillando tra il rifiuto altissimo ed eroico e il fragile equilibrio ironico di una conseguita saggezza.

da Tre annotazioni sulle figure del saggio e dello scrittore nelle Operette Morali, Marco Federici Solari, in Sulle Operette Morali – Sette studi, a cura di Antonio Prete, Piero Manni, 2008

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>