appunti per Trentasei e dieci vedute n.3

appunti trentasei e dieci vedute

Alla ricerca di una differenza:
Il Café de la Mairie è chiuso (non lo vedo; lo so perché l’ho visto scendendo dall’autobus)
Bevo una vittel mentre invece ieri prendevo un caffè (in che cosa questo trasforma la piazza?)
Il piatto del giorno del Fontaine St Sulpice è cambiato (ieri c’era il merluzzo)? Non c’è dubbio,ma io sono troppo lontano per decifrare cosa c’è scrito sulla lavagna dove viene annunciato il piatto.
(2 pullman di turisti, il secondo si chiama “Walz Reisen”): i turisti di oggi possono essere gli stessi di ieri (ma una persona che fa il giro di Parigi in pullman un venerdì ha voglia di rifarlo il sabato?)
Ieri, c’era sul marciapiede, proprio davanti al mio tavolino, un biglietto della metropolitana; oggi, ma non è detto che sia nello stesso posto, c’è l’involucro di una caramella (cellophane) e un pezzo di carta difficilmente riconoscibile (più o meno grande come una scatola di “Parisiennes” ma di un blu molto più chiaro).

da Tentativo di esaurimento di un luogo parigino TELP1, Georges Perec, Voland, a cura di Alberto Lecaldano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>