Forma, stile – Un monologo tutto senso dal Vollkommenes Buch

Ogni cosa che sappia di erudito, assorbita nell’intimo. Tutti gli accenti della passione profonda, angoscia, anche delle debolezze, raddolcimenti; luoghi solari, – il breve incanto, la superna serenità. Superare la dimostrazione; del tutto personale. Nessun “io”…- Una specie di autobiografia, le cose più astratte rese vivissime e vivide di sangue – Tutta la storia, rivissuta e sofferta, quasi personalmente (solo in tal modo diventa vera). Per così dire, un discorso di spiriti, un primo scongiuro, un’evocazione d morti. Per quanto è possibile, molto di visibile, di determinato, di esemplare, ma cautela di fronte al contemporaneo… Nessuna “descrizione”; tutti i problemi tradotti in sentimento, sino alla passione.

Friedrich Nietzsche (cit.p.59, da Il Leopardi maggiore, Giovanni Amelotti, Emiliano degli Orsini – Genova, 1939)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>